Seditius, Carne Da Macello


A cura di MaxRozzo, Domenica, 28 novembre 2010


Secondo album per i brianzoli Seditius che a distanza di un paio di anni dall’esordio tornano a sprigionare potenza dalle casse dello stereo, in versione non solo cd ma anche vinile rosso.
Rispetto a “No Lesson Learned” questo “Carne da Macello” (che esce come coproduzione tra varie etichette/realtà) suona molto più lineare e meno “sperimentale”. Quello che è rimasto inalterato sono invece la personalità e l’energia che la band riversa attraverso le proprie note e la sbraitante voce di Noodles (spesso supportato da una controvoce cazzutissima).
Un disco hc, che in più di un passaggio mi riporta ai Negazione ma che allo stesso dà ampio spazio a una sezione chitarre molto rock (e molto tamarre, ad esempio in To The Crows). Non c’è da stupirsi, questi sono i Seditius, capaci di farsi apprezzare sia nei pezzi in inglese che in quelli in italiano (cito Nero, in Kina style).
Ritroviamo un paio di canzoni che già si erano sentite sul 7” split con gli Antares (consigliatissimo) e che unite alle altre 8 vanno a comporre un album di tutto rispetto che fa fare alla band un bel salto in avanti.

Tracklist

01.A Turning Point In My Intifada
02.What About A Guillotine?
03.Nero
04.Almost A Bad Reputation
05.To The Crows
06.Inferno III
07.Morte Al Guinzaglio
08.Caino
09.In Silenzio
10.Rome Is On Fire

Links

Seditius

Label: D.I.Y. Conspiracy


Contenuti correlati